Rainbow Rocker e Triangolo di Pikler: cosa sono e a che servono

Rainbow rocker

Il metodo Montessori, nella sua complessità ha il vantaggio di essere abbastanza intuitivo per chi conosce i suoi fondamenti. La pedagogista Maria Montessori, oltre ad aver scritto molti ‘trattati’ sull’educazione ha lasciato ai posteri anche dei consigli pratici su come creare degli spazi adeguati alla fruizione dei bambini. Le sedie, i tavoli, le librerie, le attrezzature e i giocattoli; tutto pensato per dare ai bambini degli strumenti facili da usare che siano un veicolo di scoperta delle loro potenzialità e preferenze.

La Learning Tower, considerata montessoriana di nascita credo sia in realtà uno strumento adattato al metodo che in realtà prevede degli spazi e degli accessori a misura di bimbo. Secondo Maria Montessori dovrebbero esserci, soprattutto nelle scuola, dei mobili che replicano fedelmente quelli degli adulti ma più piccoli. La Torretta invece serve per far sì che i bambini possano usare i mobili di casa anche se alti.

Se la Learning Tower è pensata e creata per far essere i bambini più autonomi possibile, altri accessori sono pensati per migliorare le capacità motorie, la coordinazione e l’equilibrio. Per un asilo montessoriano o per chi in casa voglia seguire i suoi ideali, è impossibile non avere un Rainbow Rocker (dondolo arcobaleno) o una Balance Board (pedana dell’equilibrio).

Rainbow Rocker: il dondolo-ponte montessoriano che sviluppa la motricità

Ultimamente è un gran parlare di psicomotricità. Purtroppo questa attività ha preso molto piede nelle scuole e nei centri specializzati in psicologia infantile perché i bambini di oggi fanno, troppo spesso, una vita non adatta alle esigenze della loro età. A livello motorio, si sta perdendo la percezione di quanto sia importante per i bambini la libertà di movimento, il gioco all’aperto e anche l’affrontare alcuni pericoli.

Chi ha bambini piccoli sa molto bene che amano arrampicarsi. Creare percorsi è un gran divertimento per loro. Ma attenzione, il gioco è una cosa seria per loro. Stanno imparando a vivere. Il Rainbow Rocker che potremmo chiamare anche ponticello Montessori è adorato da ogni bambino. Come si usa?

  • Si può attraversare come un ponte passandoci sopra, in piedi o carponi
  • Si può attraversare strisciandoci sotto (attività importantissima per acquisire abilità nei movimenti)
  • Si può girare e usare come un dondolo, in piedi, carponi o sdraiati per acquisire equilibrio. Anche in più bambini.
  • Si può poggiare lateralmente e diventare una sorta di banchetto per giocare.
  • Si può usare come chaise longue per rilassarsi e sfogliare libri.
  • Si può usare come scaletta per raggiungere mobili alti, librerie (diciamo come una learning tower ma con la costante presenza dei genitori perché non sarebbe altrettanto sicuro, non avendo sponde)
Rainbow Rocker
  • Realizzato in legno di smalto di alta qualità, il materiale è resistente, la trama è diritta, la texture è uniforme, la durezza è buona, ed è resistente e duratura.
  • Dimensioni del prodotto: 74x39x36,5 cm (29,13x15,35x14,37 pollici).
  • Realizzato con vernice a base d'acqua ecocompatibile, è ecologico, non tossico e insapore, liscio e delicato, non facile da sbiadire e dura a lungo.
  • I braccioli curvi sono progettati con un bracciolo curvo e attento, di dimensioni moderate per una presa facile da parte del bambino e controlla l'equilibrio del corpo durante il gioco.
  • Il design multifunzionale della sedia a dondolo può giocare 3 tipi di gioco, che possono migliorare la capacità del bambino di coordinare gli arti, e anche il bambino ne è molto affezionato.

Lo useranno in mille modi diversi e vista la bellezza dell’oggetto in sé, rimarrà in casa per anni e sarà facile trovargli sempre un nuovo utilizzo. Anche come piccola panca o come tavolinetto dei giochi quando saranno più grandi.

La Balance Board: l’equilibrio del corpo aiuta anche le emozioni

Il concetto di equilibrio viene spesso categorizzato o nel settore emotivo o in quello medico. E se fossero correllate le due cose? Ovviamente un’otite potrà temporaneamente provocare una mancanza di equilibrio che andrà curata adeguatamente. Ma un bambino frustrato dal non potersi muoversi e dal non saper gestire il suo corpo, potrà avere un equilibrio psicologico? La risposta è ovvia ed è NO. Per sentirsi bene con loro stessi, i bambini devono sperimentare i limiti per poterli superare. Avere agilità e controllo del corpo sarà fonte di soddisfazione. La Balance Board o pedana dell’equilibrio servirà proprio a farli diventare abili attraverso la concentrazione e l’apprendimento delle possibilità motorie del loro corpo.

Accessori per Rainbow Rocker e Triangolo di Pikler

Se avete spazio in casa sarebbe bello completare il ponticello con gli altri accessori in legno che serviranno a creare dei veri percorsi di psicomotricità. Potrete acquistare o far fare da un falegname una tavola con ganci per creare una sorta di scivolo/panca. Se poi volete davvero avere tutto anche il Triangolo di Pikler è molto utile. A quest’ultimo è possibile inserire una o più tavole per dar forma a percorsi con diversi livelli di pendenza e difficoltà di ‘arrampicata’.

Questi accessori, dedicati allo sviluppo motorio dei bambini devono essere solo una varante casalinga alle infinite possibilità che la natura può offrire. Non dimentichiamoci che una passeggiata nel bosco, in pineta o sulla spiaggia può dare stimoli motori e sensoriali che nessun mobilio può sostituire.

Migliori Learning Tower su Amazon: il confronto

Come abbiamo avuto modo di spiegare, ci sono diversi portali specializzati nella vendita di Learning Tower, ma negli ultimi anni l’offerta presente su Amazon è andata incrementandosi notevolmente, motivo per cui la possibilità di scelta è ormai abbastanza variegata. Posto il fatto che ci sia un piacere particolare nel far creare da un mastro falegname una learning tower personalizzata e pensata speficatamente per le proprie esigenze, l’offerta che troviamo al momento su Amazon ci consente di effettuare un acquisto a costi relativamente contenuti e ci dà la possibilità di far entrare nella nostra casa un oggetto che ha caratteristiche di ottimo livello.

Abbiamo pensato di creare una tabella di comparazione tra i quattro modelli più venduti negli ultimi anni su Amazon, fornendo un breve riepilogo delle caratteristiche principali: si fa ovviamente riferimento alle dimensioni, al prezzo, alla presenza di vernice atossica e all’opzione che permette la regolazione delle altezze, oltre ovviamente alle peculiarità specifiche del sito di Amazon, come la possibilità di usufruire del servizio Prime.

Questo il riepilogo, non mancheremo di aggiornare e aggiungere le ultime novità nel corso delle prossime settimane:

Foto
Little Partners Torre di Apprendimento - Edizione limitata - Montessori (Soft White)
Prezzo
Prime
Peso
14,3 kg
Colore
Bianco morbido
Dimensioni
84,2 x 58,9 x 96,7 cm
Regolabile in altezza
Vernice atossica
Guarda l'offerta
Foto
Little Partners Torre di Apprendimento - Montessori (Naturale)
Prezzo
Prime
Peso
15 kg circa
Colore
Betulla
Dimensioni
83 x 58 x 96 cm
Regolabile in altezza
Vernice atossica
Guarda l'offerta
Foto
Bianconiglio Kids  EVO 2019 Learning Tower Bianca regolabile con bordi arrotondati
Prezzo
Prime
Peso
6 kg
Colore
Bianco
Dimensioni
70 x 42 x 90 cm
Regolabile in altezza
Vernice atossica
Guarda l'offerta
Foto
Bianconiglio Kids  EVO 2019 Learning Tower trasparente legno a vista, regolabile con bordi arrotondati
Prezzo
Prime
Peso
6 kg
Colore
Legno
Dimensioni
70 x 93 x 42 cm
Regolabile in altezza
Vernice atossica
Guarda l'offerta

Come costruire una Learning Tower fai da te?

Prima di iniziare ad illustrare l’argomento dell’articolo, va fatta una precisazione introduttiva: una Learning Tower fatta ad opera d’arte è un altro mondo. Presa consapevolezza di questa importante ma doverosa puntualizzazione, si può procedere a creare un qualcosa che possa essere funzionale e utile al nostro intento-

Come fare una Learning Tower fai da te?

Esistono due soluzioni, molto note a chi naviga nel mare Magnum internettiano: entrambe le idee partorite dal genio creativo di chissà chi sfruttano parzialmente o totalmente alcuni prodotti di Ikea. Si consideri che entrambe le soluzioni partono dalla base creata dalla scaletta in legno Bekvam, disponibile proprio presso i negozi dell’azienda svedese. In questa sede illustreremo entrambe le soluzioni:

1. Creare una Learning Tower con Ikea: Bekvam e Oddvar

L’altra alternativa è da considerare per chi vuole ridurre al minimo il proprio apporto in ottica bricolage: per portare a casa il risultato finale infatti si farà affidamento quasi totale ai prodotti già creati di Ikea.

FASE 1

Il primo passaggio fondamentale e imprescindibile riguarda l’acquisto di due prodotti Ikea: si tratta dello sgabello ODDVAR e della scala BEKVAM. Sono due tra i più venduti del colosso svedese e difficilmente ne restano sforniti, ma per maggiore scrupolo prima di recarsi presso il centro IKEA più vicino è consigliato verificarne la disponibilità a questi link (basterà selezionare il negozio dove volete recarvi e vi verranno mostrate le quantità):

In alternativa, i due prodotti sono disponibili anche su Amazon:

Alla lista dell’occorrente mancano ancora alcuni oggetti, alcuni assolutamente necessari, altri opzionali:

  • 8 viti ( 4 da 3 cm, 4 da 2,5 cm) necessarie per fissare uno all’altro gli oggetti acquistati all’Ikea: si tratta di normali viti da legno, di una lunghezza intorno ai 2,5 centimetri.
  • FACOLTATIVO:  impregnante per legno o vernice protettiva

Un avvitatore può essere provvidenziale per facilitare le varie operazioni: tuttavia il tutto può essere completato anche con un semplice cacciavite a croce.

FASE 2

Recuperato tutto il necessario si può iniziare la fase di costruzione vera e propria:

    • 1° Step: il primo step riguarda il montaggio della scaletta Ikea BEKVAM: si tratta di un’operazione piuttosto semplice. Qui sotto un video illustrativo:
    • 2° Step: si effettua il montaggio dello sgabello ODDVAR, con due piccole ma fondamentali modifiche rispetto a quanto scritto nelle istruzioni.
        • La seduta della sgabello andrà fissata non sopra, bensì sotto i piedi dello sgabello: 4 delle 8 viti (le più lunghe) a disposizione verranno utilizzate in questa fase.
        • Una delle due barre centrali presenti, non dovrà essere montata perché lascerà lo spazio centrale libero in modo da consentire al bambino di salire comodamente.
    • 3° Step: una volta create le due strutture (BEKVAR  e ODDVAR in versione modificata), rimarrà la fase finale, costituita dall’assemblaggio.
      • è necessario centrare il piano dello sgabello, in modo che a fuoriuscire dalla base della scala sia una porzione identica. Questo in modo da allinearne il baricentro e far sì che la stabilità della torre venga minata.
      • Una volta centrato, lo sgabello modificato può essere fissato alla scaletta attraverso le viti da 2,5 cm (IMPORTANTE: la lunghezza delle viti deve essere rispettata per evitare che le stesse fuoriescano dal piano della scaletta).
      • Inserire le viti da sotto, per far sì che la base dove poggeranno i piedi i bambin possa divenire pericolosa.
    • 4° Step FACOLTATIVO: per completare la Learning Tower fatta in casa si può utilizzare un impregnante per legno, per lucidare, colorare e proteggere il legno.
    • CONSIGLIO: per dare la possibilità al bambino di spostare la torre in maniera autonomia, è caldamente consigliato incollare sotto ai piedi della struttura, dei feltrini.

La Learning Tower fai da te è così pronta per essere utilizzata. Di seguito elenchiamo PRO e CONTRO:

PRO

  • il costo è intorno ai 30 euro totali, di gran lunga inferiore al costo di una versione tradizionale;
  • si tratta di una struttura poco ingombrante se paragonata ad una Learning Tower classica;
  • la realizzazione avviene in un tempo ridotto (non più di 2 ore);
  • i bambini possono essere resi partecipi nella fase di realizzazione.

CONTRO

  • si tratta di una costruzione fatta in casa, per la cui solidità siete totalmente responsabili;
  • al contrario della maggior parte di quelle in commercio, NON consente la possibilità di far salire più bambini contemporaneamente;
  • questa versione non può essere regolata in altezza, motivo per cui dopo una certa altezza non sarà sicuro utilizzarla;
  • il legno utilizzato non è il legno massello che si utilizza nella maggior parte di quelle in commercio;
  • il valore estetico è senza dubbio minore rispetto ad una Learning Tower realizzata da un mastro falegname.

2. Creare una Learning Tower con Bekvam di Ikea

In questa modalità di creazione della Learning Tower si sfrutta la scaletta in legno Bekvam, sopra la quale viene costruita la barriera utile a mettere al sicuro il bambino.

I passaggi saranno molto simili alla versione precedentemente illustrata, ma per costruire la parte superiore sarà necessario acquistare presso un rivenditore di legno, alcuni ritagli che andranno a creare la sorta di balaustra che protegge il bambino. Nel video sottostante sono spiegate tutte le varie fasi:

Learning Tower vs Kitchen Helper: quali sono le differenze?

Quando si inizia a cercare una Learning Tower ci si imbatte in un altro oggetto molto simile alla torre dell’apprendimento classica. Si tratta della Kitchen Helper….

Ma quali sono le differenze tra una Learning Tower e una Kitchen Helper? Proviamo a spiegarlo valutando il fatto che svolgono in maniera molto simile l’attività di creazione dell’indipendenza e dell’autonomia dei bambini.

Learning Tower vs Kitchen Helper: quali sono le differenze?

Non si rischia di esagerare se si dice che la sicurezza all’interno delle mura domestiche è una della priorità per un genitore. E’ ben noto che una delle problematiche più importanti che si riscontrano nel nostro Paese (ma non solo) riguarda proprio gli incidenti in casa: scale, tappeti, spigoli vari per non parlare degli elettrodomestici e degli oggetti apparentemente innocui che possono rischiare di diventare arme pericolose quando in casa ci sono dei bambini. Una Learning Tower non salva da tutte queste problematiche ovviamente ma è un valido aiuto per cercare di far sì che i bimbi possano avere dei momenti di indipendenza, produttività e appagamento dentro la propria abitazione.

Troppo spesso si accetta il compromesso di permettere ai bambini di salire su una sedia, su uno sgabello, su un puff o su una scatola con tutti i rischi che ne conseguono. Ma abbiamo già avuto modo di spiegare come, oltre al fattore sicurezza, una Learning Tower torna utile perché finisce col diventare un compagno irrinunciabile per il bambino, che lo porta con sé ogni qualvolta vuole sentirsi al pari dei suoi genitori.

In questo senso, riteniamo utile analizzare una questione che interessa molto chi si avvicina per la prima volta alla conoscenza di una Learning Tower. In particolare, ci si trova spesso col dubbio per capire le effettive differenze che esistono tra una Learning Tower tradizionale e una Kitchen Helper. Non si tratta di differenze abissali, ma piccoli aspetti che possono far propendere la decisione verso una o l’altra alternativa. Nelle prossime righe spiegheremo quali sono i pro e i contro per l’acquisto di una Learning Tower e quelli per la scelta di una Kitchen Helper:

Learning Tower:

Dipende ovviamente da modello a modello, ma è in genere costruita in legno massello (betulla e pioppo sono i legni più utilizzati). Alcuni modelli sono già assemblati, altri invece necessitano di essere montati: si tratta in ogni caso di operazioni alla portata di un qualsiasi principiante del fai da te. Una delle differenze più importanti, che abbiamo elencato anche nella classifica delle migliori Learning Tower è costituita dall’impossibilità di chiudere una Learning Tower: si tratta di una struttura in legno massello che non prevede questa possibilità (al contrario di una Kitchen Helper, come vedremo).

Elenco dei pro:

  • la costruzione è in legno massello
  • può coprire una fascia di età elevata (da 18 mesi a 6 anni, in base alle indicazioni del produttore)
  • viene prodotta in una vari colori (al momento naturale, ebano, ciliegia scura, verde, rosso e bianco)
  • ha spazio sufficiente per 2 bambini
  • l’altezza della piattaforma è regolabile in altezza senza l’utilizzo di attrezzi
  • ha un aspetto esteticamente gradevole e adatto ad ogni tipologia di arredamento
  • nella parte posteriore della piattaforma è presente un labbro per impedire ai bambini di scivolare via
  • ha vari accessori che possono essere acquistati a parte per trasformarlo in un prodotto multiuso (ad esempio cavalletto, sipario di marionette).

Elenco dei contro:

  • è abbastanza grande
  • non può essere smontato per essere riposto

Little Partners Torre di Apprendimento - Montessori (Naturale)
  • Piccoli partner torre per imparare - Progettata da un ex preside della scuola Montessori, la torre di apprendimento solleva il bambino in altezza del bancone della cucina per incoraggiare l'interazione e l'unione tra bambini e genitori.
  • Costruzione durevole: il design stabile porta il vostro bambino in modo sicuro a contrastare l'altezza per partecipare a cucina, pulizia, artigianato o altre attività pratice. Realizzata con il legno pregiato, la Torre di apprendimento offre sicurezza, resistenza e stile.
  • Incoraggia i tuoi bambini: i bambini piccoli amano aiutare ed esplorare, e ora possono farlo in modo sicuro. Il telaio aperto su quattro lati con 2 gradini per una facile arrampicata aiuta i bambini a salire da soli, costruendo fiducia e indipendenza.
  • Supporto sicuro: lo sgabello supporta fino a 250 kg. e si adatta a quattro altezze diverse per crescere insieme al vostro bambino, favorendo l'indipendenza durante la loro infanzia. Guide di sicurezza, maniglie e bordi arrotondati offrono una maggiore sicurezza.
  • Perfect ADD-on - Little Partners tappetino da gioco in silicone fornisce una piattaforma antiscivolo per evitare cadute. Migliora il divertimento con la scheda Little Partners Art and Education Board. Entrambi sono disponibili come accessori aggiuntivi.

Kitchen Helper

Ha le stesse funzionalità di una Learning Tower: fornisce quindi una soluzione sicura all’utilizzo di strumenti vari per rialzare i bambini come sedie, sgabelli e altro. La Kitchen Helper ha alcune caratteristiche che la Learning Tower non ha. Tuttavia ci sono anche alcuni aspetti negativi che accompagnano questo prodotto. Di seguito la lista:

Elenco dei pro:

  • dimensioni più piccole rispetto ad una Learning Tower
  • può essere utilizzata da bambini di diverse età (24 mesi a 6 anni – come raccomandato dal produttore)
  • è pieghevole, quindi può essere adatta a chi ha poco spazio
  • la piattaforma è regolabile in altezza con l’utilizzo di una piccola chiavetta

Elenco dei contro:

  • la lavorazione potrebbe essere migliorata.
  • I materiali sono in compensato per mobili e alcuni in legno massello, le cerniere si consumano rapidamente.
  • sono necessari strumenti per piegarlo e per regolare l’altezza della piattaforma
  • i piedi che si attaccano alle gambe non sono molto robusti
  • nessun “labbro” per impedire che il bambino piccolo scivoli via
  • i ritagli di forma sui lati possono favorire l’arrampicata di Kitchen Helper

Learning Tower: a che età?

Come abbiamo avuto modo di spiegare in altri articoli, una Learning Tower può giocare un ruolo centrale all’interno della vita e della crescita di un bambino. Abbiamo illustrato in più occasioni quanto una Learning Tower possa divenire una vera e propria compagna di giochi e di indipendenza per il bambino, che attraverso di essa può sentirsi più appagato, autonomo, responsabile e soddisfatto. In questo breve articolo, vogliamo illustrare in maniera concisa come questo strumento possa accompagnare il passare degli anni e guidare un bambino dai 18 mesi fino ai 6 anni.

Sebbene l’utilizzo di una torre di apprendimento venga spesso collocato quasi esclusivamente in cucina, questo non è l’unico uso che ne si può fare: ci sono diverse situazioni e zone della casa in cui la Learning Tower può essere utilizzata. Nelle prossime righe, andremo a vedere quali sono le fattispecie di utilizzo che se ne può fare a seconda dell’età.

Per tua comodità, qui sotto puoi cliccare nella fascia di età che più ti interessa:

Tra i 18 mesi e i 2 anni

Si tratta di un’età complicata e meravigliosa per un bambino: è una fase in cui si è alla perenne ricerca di scoprire, in cui si sta prendendo consapevolezza delle capacità motorie e creative. Una delle finalità per cui una Learning Tower può essere utile in questo momento della crescita di un bambino è rappresentata proprio dalla possibilità di mettersi alla prova dal punto di vista fisico: subito dopo essere riusciti a muovere i primi passi e aver esplorato lo spazio in ampiezza, i bambini tenteranno di fronteggiare un’altra sfida: quella di riuscire a raggiungere lo spazio in altezza, attraverso ardimentose arrampicate. Farlo con l’utilizzo di una Learning Tower vuol dire permettergli di affrontare la propria sfida in sicurezza. Una volta raggiunta l’altezza degli adulti, la sfida sarà quella di imitare i movimenti e le attività degli adulti stessi. In questa fascia di età le attività per cui una torre di apprendimento può essere utile sono:

  • sfidare e comprendere le capacità motorie di un bambino (a questa età adorano arrampicarsi).
  • aiutare il bambino ad entrare e uscire dalla torre di apprendimento.
  • dare la possibilità al bambino di conoscere il cibo lasciandogli vedere la preparazione effettuata da mamma e papà (il cibo è uno dei loro argomenti preferiti a questa età).
  • lavare e asciugare le mani con l’aiuto di un adulto.

Tra i 2 e i 3 anni

Nel loro processo di crescita, questo momento rappresenta la presa di consapevolezza delle proprie abilità motorie e la volontà di conoscere e curiosare su qualsiasi attività nuova e sconosciuta. Apprendono con velocità ogni nuova istruzione e tentano in tutti i modi di replicare quanto visto fare dai propri genitori o da altri adulti. Hanno bisogno di mostrare e di dimostrare la propria indipendenza con comportamenti da ‘grandi’ e i genitori hanno il compito di stimolare tale volontà, accrescendo l’autostima del piccolo.
Una Learning Tower può essere utile in questa fase per:

  • far lavare e asciugare le mani da solo
  • far lavare i denti
  • dare il proprio contributo in cucina (a lavare i piatti, per esempio)
  • dare il proprio contributo nella preparazione dei piatti (possono essere più propensi a mangiare se assistono e aiutano alla costruzione di un pasto)
  • aiutare a lavare la frutta
  • agevolare i giochi su un piano e utilizzare strumenti come le posate e altri utensili

Tra i 3 e i 5 anni

Ora i bambini sono pronti per terminare la loro fase di esplorazione attraverso i 5 sensi. Sanno maneggiare, sono indipendenti in quasi tutti i movimenti, hanno maggiore capacità di concentrazione e creatività nella risoluzione dei problemi. Il loro ‘far finta’ diventa un impegno serio che vogliono portare a termine in maniera scrupolosa. Hanno grande voglia di misurarsi e mettersi alla prova, perché ritengono di aver raggiunto un livello di autonomia tale da poter fare cose ‘da grandi’.

Una Learning Tower può essere utile in questa fase per:

  • incoraggiare il tuo bambino a esercitarsi a disegnare e scrivere lettere
  • lasciare che versino e raccolgano cereali, pasta ecc.
  • lasciare che usino in autonomia un lavandino
  • lasciare che lavino le loro bambole e i loro giocattoli di plastica nel lavandino
  • lasciare che facciano una pasta fatta in casa
  • lasciarli aiutare a srotolare e tagliare l’impasto dei biscotti
  • lasciare che aiutino a mescolare gli ingredienti in una ciotola

Dopo i 5 anni

In questa fase il loro processo di maturazione ha raggiunto un livello tale che gli permette di risolvere i problemi con entusiasmo e spirito di iniziativa. Non vogliono essere aiutati nella soluzione e anzi, vogliono trovare spesso una soluzione studiata e partorita dalla loro fantasia. La scuola e gli altri ambiti di socialità fanno sì che le attività vengano spesso condivise con altri bambini.

Una Learning Tower può essere utile in questa fase per:

  • lasciare che facciano uno spettacolo con altri bambini
  • aiutarli a fare piccoli lavori di collage con forbici e colla per impacchettare regali
  • lasciare che aiutino a preparare una pizza fatta in casa
  • far sentire partecipe un bambino ad impartire le indicazioni insegnando loro a leggere un libro di cucina per bambini