Learning Tower vs Kitchen Helper: quali sono le differenze?

Quando si inizia a cercare una Learning Tower ci si imbatte in un altro oggetto molto simile alla torre dell’apprendimento classica. Si tratta della Kitchen Helper….

Ma quali sono le differenze tra una Learning Tower e una Kitchen Helper? Proviamo a spiegarlo valutando il fatto che svolgono in maniera molto simile l’attività di creazione dell’indipendenza e dell’autonomia dei bambini.

Learning Tower vs Kitchen Helper: quali sono le differenze?

Non si rischia di esagerare se si dice che la sicurezza all’interno delle mura domestiche è una della priorità per un genitore. E’ ben noto che una delle problematiche più importanti che si riscontrano nel nostro Paese (ma non solo) riguarda proprio gli incidenti in casa: scale, tappeti, spigoli vari per non parlare degli elettrodomestici e degli oggetti apparentemente innocui che possono rischiare di diventare arme pericolose quando in casa ci sono dei bambini. Una Learning Tower non salva da tutte queste problematiche ovviamente ma è un valido aiuto per cercare di far sì che i bimbi possano avere dei momenti di indipendenza, produttività e appagamento dentro la propria abitazione.

Troppo spesso si accetta il compromesso di permettere ai bambini di salire su una sedia, su uno sgabello, su un puff o su una scatola con tutti i rischi che ne conseguono. Ma abbiamo già avuto modo di spiegare come, oltre al fattore sicurezza, una Learning Tower torna utile perché finisce col diventare un compagno irrinunciabile per il bambino, che lo porta con sé ogni qualvolta vuole sentirsi al pari dei suoi genitori.

In questo senso, riteniamo utile analizzare una questione che interessa molto chi si avvicina per la prima volta alla conoscenza di una Learning Tower. In particolare, ci si trova spesso col dubbio per capire le effettive differenze che esistono tra una Learning Tower tradizionale e una Kitchen Helper. Non si tratta di differenze abissali, ma piccoli aspetti che possono far propendere la decisione verso una o l’altra alternativa. Nelle prossime righe spiegheremo quali sono i pro e i contro per l’acquisto di una Learning Tower e quelli per la scelta di una Kitchen Helper:

Learning Tower:

Dipende ovviamente da modello a modello, ma è in genere costruita in legno massello (betulla e pioppo sono i legni più utilizzati). Alcuni modelli sono già assemblati, altri invece necessitano di essere montati: si tratta in ogni caso di operazioni alla portata di un qualsiasi principiante del fai da te. Una delle differenze più importanti, che abbiamo elencato anche nella classifica delle migliori Learning Tower è costituita dall’impossibilità di chiudere una Learning Tower: si tratta di una struttura in legno massello che non prevede questa possibilità (al contrario di una Kitchen Helper, come vedremo).

Elenco dei pro:

  • la costruzione è in legno massello
  • può coprire una fascia di età elevata (da 18 mesi a 6 anni, in base alle indicazioni del produttore)
  • viene prodotta in una vari colori (al momento naturale, ebano, ciliegia scura, verde, rosso e bianco)
  • ha spazio sufficiente per 2 bambini
  • l’altezza della piattaforma è regolabile in altezza senza l’utilizzo di attrezzi
  • ha un aspetto esteticamente gradevole e adatto ad ogni tipologia di arredamento
  • nella parte posteriore della piattaforma è presente un labbro per impedire ai bambini di scivolare via
  • ha vari accessori che possono essere acquistati a parte per trasformarlo in un prodotto multiuso (ad esempio cavalletto, sipario di marionette).

Elenco dei contro:

  • è abbastanza grande
  • non può essere smontato per essere riposto

Little Partners Learning Tower
  • 4 impostazioni di altezza per quando i bambini crescere
  • Incoraggia i bambini a interagire con i genitori e i fratelli
  • ampliare Childrens conoscenza di cibo
  • Promuove competenze per la vita
  • Solleva i bambini ad adulti superfici di lavoro.

Kitchen Helper

Ha le stesse funzionalità di una Learning Tower: fornisce quindi una soluzione sicura all’utilizzo di strumenti vari per rialzare i bambini come sedie, sgabelli e altro. La Kitchen Helper ha alcune caratteristiche che la Learning Tower non ha. Tuttavia ci sono anche alcuni aspetti negativi che accompagnano questo prodotto. Di seguito la lista:

Elenco dei pro:

  • dimensioni più piccole rispetto ad una Learning Tower
  • può essere utilizzata da bambini di diverse età (24 mesi a 6 anni – come raccomandato dal produttore)
  • è pieghevole, quindi può essere adatta a chi ha poco spazio
  • la piattaforma è regolabile in altezza con l’utilizzo di una piccola chiavetta

Elenco dei contro:

  • la lavorazione potrebbe essere migliorata.
  • I materiali sono in compensato per mobili e alcuni in legno massello, le cerniere si consumano rapidamente.
  • sono necessari strumenti per piegarlo e per regolare l’altezza della piattaforma
  • i piedi che si attaccano alle gambe non sono molto robusti
  • nessun “labbro” per impedire che il bambino piccolo scivoli via
  • i ritagli di forma sui lati possono favorire l’arrampicata di Kitchen Helper

Lascia un commento